Spa e Resort in alta quota: tre proposte in Italia

Per molti la vacanza coincide con spa e resort all’avanguardia, per ritrovare se stessi e dedicarsi alla cura del proprio corpo.

Che cosa c’è di più bello (e rilassante) di un massaggio dopo aver sciato per ore ad alta quota? Le nostre Alpi nascondono centri di benessere super attrezzati e dotati ogni confort immaginabile, il tutto contornato da panorami a dir poco mozzafiato. Ecco tre mete tutte italiane da provare.

Relax, sport e benessere ai piedi del Cervino

Il Cervino visto dalla suite Whymper dell’Hotel Hermitage di Cervinia non lo dimentichi facilmente. Come non dimentichi la gentilezza e il calore dei proprietari e l’atmosfera accogliente della hall con la luce proveniente dal grande camino sempre acceso e quella delle camere per gli ospiti in legno scuro e massiccio. Farai fatica a scordare anche l’area benessere con Thermarium che include bagno di vapore in marmo bianco Namibia e luci Led, sauna finlandese in rovere alpino, doccia a cascata, fontana di ghiaccio e doccia emozionale, piscina alimentata con acqua pura di sorgente alpina e una zona relax completamente rinnovata, più una vasta scelta di massaggi personalizzati.

Per non parlare della gustosissima cucina dello chef Roberto Pession, capace di alternare antichi piatti della tradizione valdostano-piemontesi a ricette internazionali. L’esperienza che vorrai raccontare a tutti una volta tornato a casa è l’aperitivo gustato nella cantinetta scavata nella roccia e decorata a mano con pietra locale, ideale anche per festeggiare una ricorrenza importante. Le proposte fitness spaziano dalle passeggiate alle gite fuori pista.

Dolomiti Style: oltre 4.300 mq di Spa

Anche il paesaggio ha una funzione terapeutica sul nostro corpo. Quello che si può ammirare a Pozza di Fassa (patrimonio dell’Unesco), nella cornice trentina delle Dolomiti, fa bene al cuore. Non a caso è la location scelta da QC Terme per realizzare il suo nuovo centro termale. Una struttura all’avanguardia nella progettazione ambientale ed energetica, con tanti percorsi ludici che si sviluppano a perdita d’occhio, su tre diversi livelli, per un totale di 4.300 mq, oltre a piscine alimentate dalla preziosa acqua termale della sorgente. Qui si può fare davvero di tutto: vasche idromassaggio, percorsi Kneipp, cascate di acqua, bagno giapponese e a vapore, saune e biosaune, stanze del sale, massaggi, area relax. E quindi terminare la giornata con esperienze gastronomiche e momenti mondani come l’Aperiterme serale. Per info e contatti: www.qcterme.com

La magia delle terme e il profumo delle saune di legno

Se sei habituè di Courmayeur o un estimatore dello sci doc che la Thuile offre, non puoi assolutamente perdere il passaggio alle Terme di Pre-Saint-Didier, proprio a due passi da entrambe le località. La sede è un elegante palazzo ottocentesco con vista mozzafiato sulla catena del Monte Bianco, nonché luogo ideale dove ritrovare pienamente se stessi in profondo relax. Cascate tonificanti, idromassaggi con acqua termale che sgorga nella profonda gola dell’Orrido e saune-chalet in legno in cui ritrovare tutti i profumi di montagna. Ma a poco meno di due chilometri c’è anche QC Termemontebianco, un hotel a 4 stelle che ospita la Alpine Spa, ampia più di 1000 mq per vivere un relax all’insegna della raffinatezza e godere di trattamenti innovativi, dai massaggi a bordo vasca a quelli personalizzati. Dopo aver provato tutti i percorsi acquatici, il consiglio è di cenare presso il ristorante Restò con i piatti preparati dallo chef Nicola Ricciardi.