Come scegliere un hotel quando si viaggia?

Al giorno d’oggi viaggiare in giro per l’Europa o addirittura per il mondo, è praticamente diventata una routine, se pensiamo che ogni estate milioni di vacanzieri si riversano in qualsiasi località turistica della terra. Ma le altre stagioni non sono meno “calde”, c’è chi viaggia per lavoro e chi, ancora una volta, per piacere e per scoprire nuovi angoli di mondo.


Probabilmente una mobilità così incessante era inimmaginabile solamente 60 anni fa, quando anche solo trasferirsi nel comune limitrofo sembrava un’emigrazione in piena regola. Ma tornando ai tempi nostri, quando si viaggia bisognerà dormire da qualche parte, perciò quali sono le tecniche per scegliere l’hotel che meglio si adatta alle nostre esigenze? Per prima cosa bisogna distinguere il viaggio di lavoro da quello che possiamo definire di “scoperta”.

come scegliere hotelNel viaggio di lavoro queste sono, secondo il nostro parere, le caratteristiche principali quando si valuta la struttura ricettiva:

  • assicurarsi di soggiornare in un hotel vicino al luogo da raggiungere per l’incontro lavorativo (in città come Berlino potrebbe avere meno importanza, visto che vi sono efficienti mezzi di trasporto pubblico, ma nelle città italiane dove il traffico regna sovrano, potrebbe essere fondamentale);
  • verificare ed eventualmente prenotare in anticipo direttamente dal web o via telefono (non varrai mica arrivare all’hotel e sentirti dire “siamo al completo“!);
  • scegli una struttura confortevole, il prezzo dovrebbe essere un fattore secondario (passare la notte in una “topaia”, potrebbe rivelarsi una pessima scelta quando il giorno dopo presenterai il tuo progetto in “modalità zombie”).

Le esigenze di chi viaggia per il piacere di conoscere nuovi spazi sono differenti rispetto agli incessanti lavoratori. Secondo noi questi sono gli aspetti da considerare quando si valuta l’hotel dove soggiornare:

  • durata del viaggio, per pochi giorni si può prenotare direttamente online. Ti ricordiamo che non esistono solo i siti di comparazione prezzi, ma anche i siti dei singoli hotel, o delle catene alberghiere, che non pagheranno commissioni al comparatore (quindi potrebbero avere prezzi e camere più vantaggiose). Un esempio? Accor Hotels, ovvero uno dei più grandi gruppi alberghieri in tutto il mondo.
  • Se invece la durata del viaggio è superiore alla settimana e la città dove soggiornerai ha una buona offerta ricettiva, perché non viaggiare all’avventura? Ovvero arrivare nella meta e scegliere al momento l’hotel. Guarda le recensioni tramite app e chiedi alla reception se hanno camere libere, se dopo una notte non ti piace, cambi!
  • Uno degli aspetti più importanti è assicurarsi che dall’albergo si possano raggiungere facilmente e senza spendere una follia, i punti di interesse turistico che si intendono visitare.
  • Sei uno squattrinato studente universitario, che ha vinto un viaggio o ha speso 10 euro per un volo a Stoccolma? Non rinunciare a conoscere le belle scandinave, scopri nuovi modi di soggiornare, in ostelli o addirittura “surfando i divani” con il couchsurfing (qui trovi una buona spiegazione di cosa si tratta).

ostello-alcatraz-berlino

Tu usi qualche trucco particolare per scegliere l’hotel? Raccontaci le tue esperienze!

One Response
  1. luglio 23, 2014