Alla scoperta della Sicilia

Una terra di confine, un’isola in cui storia e natura si fondono, una regione teatro dell’incontro di millenarie civiltà, questa è la Sicilia, una località sulla punta dell’Italia meridionale dall’inconfondibile fascino mediterraneo.

Trinacria bandiera Sicilia

Autore: Myriam Thyes

Per comprendere la nascita e l’evoluzione ibrida e multiculturale della Sicilia, basterebbe raccontare la simbologia della sua bandiera con la triscele e il gorgoneion. La triscele o trinacria è un simbolo caratterizzato da tre gambe che le ruotano intorno, di origine indoario per alcuni e celtico per altri, che sembrano avvalorare l’ipotesi che le prime civiltà a civilizzare l’isola fossero di origine minoica. Mentre il gorgoneion o testa della Medusa, riprende le origini greche e ricorda come la Sicilia fosse parte della cosiddetta Magna Grecia. Ai serpenti della Medusa infine si sostituirono le spighe di grano dell’epoca romana simbolo di fertilità ma anche evidenza del fatto che l’isola fu la prima provincia romana usata come “granaio” dell’impero.


Se si vuole visitare la Sicilia si possono consultare le recensioni degli hotel presenti nell’isola per scegliere la località migliore da cui cominciare il viaggio. Scegliendo tra località di mare o l’entroterra selvaggio, è possibile creare percorsi personalizzati alla scoperta delle bellezze della Sicilia.

Luogo eletto a epicentro della storia della Sicilia si può ben dire il Museo Archeologico regionale di Siracusa, nel quale si possono scoprire le tappe fondamentali che hanno reso così ricca quest’isola, dai ritrovamenti dell’età ellenistica ai reperti della Sicilia romana e poi cristiana. Risalendo sulla costa orientale siciliana è impossibile resistere alla visione dal vivo del vulcano più alto e più attivo d’Europa: l’Etna, o come lo chiamano in Sicilia Mongibeddu. A Nord e precisamente a Taormina, gli amanti della storia antica potranno ammirare il più grande e meglio conservato teatro greco romano risalente al III A.C.

Etna in Sicilia

Autore foto: bellamira

Invece nella parte opposta dell’Isola si possono scoprire tante località con attrazioni tipiche siciliane, come i mercatini tipici nel centro storico di Palermo, il suggestivo e genuino mercato di Vucciria, una volta mercato di sola carne nel quale ora si assaporano i piatti più tipici della tradizione siciliana palermitana.

Visitare la Sicilia non è solo scoprire la storia greca e romana, ma anche approdare in un’isola ricca e sfarzosa dell’epoca settecentesca. Emblema della suprema Sicilia è il comune di Siracusa, un intero comune barocco dichiarato patrimonio dell’umanità dall’Unesco per la sua particolarità. Infine in provincia di Siracusa non si può perdere la famosa infiorata della città di Noto, che come ogni anno nella terza domenica di maggio celebra la festa religiosa del corpus domini, dando risalto alla bellezza naturale dei fiori che crescono rigogliosi nella terra siciliana.